PRODOTTI MEDICINALI PER TERAPIE AVANZATE

Docenti: 
Crediti: 
3
Sede: 
PARMA
Anno accademico di offerta: 
2018/2019
Settore scientifico disciplinare: 
FARMACEUTICO TECNOLOGICO APPLICATIVO (CHIM/09)
Semestre dell'insegnamento: 
Secondo Semestre
Lingua di insegnamento: 

ITALIANO

Obiettivi formativi

Il corso ha come obiettivo quello di fornire le conoscenze fondamentali della natura chimica delle sostanze polimeriche, sia naturali che sintetiche, e del loro comportamento in soluzione o a contatto con i fluidi biologici.
Obiettivo ulteriore é quello di fornire le basi per la progettazione di strutture polimeriche tridimensionali per la crescita cellulare e il rilascio controllato di sostanze.
Al termine del corso lo studente dovrà essere in grado di applicare le conoscenze acquisite alla progettazione e realizzazione di strutture polimeriche, costutuite da polimeri naturali o sintetici, per la realizzazione di scaffold tridimansionali, o film, destinati al rilascio controllato di sostanze e in grado di fungere da supportop per la crescita cellulare.
Lo studente acquisirà inoltre, la capacità di studiare le cinetiche di rilascio di sostanze ad attività biologica da scaffold/matrici polimerici al fine di ottimizzare la quantità di farmaco liberata nel corso del tempo.

In questo campo devono essere specificate le conoscenze e capacità di comprendere (I descrittore di Dublino) o anche le competenze (II Descrittore: Capacità di applicare conoscenza e comprensione) che lo studente acquisirà attraverso la frequenza dell’insegnamento e allo studio.
Indicare anche se l’insegnamento ha come obiettivo il conseguimento di Autonomia giudizio, Capacità comunicative e Capacità di apprendimento (III, IV, V descrittore di Dublino), concordemente con quanto definito negli obiettivi specifici del Corso di afferenza e dell’area di apprendimento.

Contenuti dell'insegnamento

I contenuti del corso sono riconducibili all’apprendimento della chimica dei polimeri naturali e sintetici impiegabili nelle applicazioni biomediche ed in particolare nella realizzazione di strutture tridimensionali biocompatibili.
Il corso fornisce anche conoscenze teoriche sui meccanismi di rilascio di sostanze ad attività biologica da sistemi polimerici a matrice.

Programma esteso

• Definizione e classificazione dei polimeri.
• Polimeri lineari e reticolati, metodi di polimerizzazione e reticolazione.
• Peso molecolare e sua determinazione.
• Stato solido dei polimeri, struttura cristallina e amorfa.
• Stato vetroso e stato gommoso, temperatura di transizione.
• Polimeri in soluzione.
• Polimeri naturali e sintetici impiegati in campo biomedico.
• Strutturazione tridimensionale di scaffold polimerici.
• Modificazioni chimiche dei polimeri.
• Manipolazioni della fase solida.
• Caratterizzazione chimico-fisica di strutture polimeriche tridimensionali e in forma di film: grado di idrofilia (angolo di contatto, indice di rigonfiamento);
o caratteristiche meccaniche (modulo elastico, resistenza alla rottura, grado di deformabilità, resistenza alla fatica);
o porosità della struttura tridimensionale;
o caratteristiche di superficie (rugosità) mediante tecniche

Bibliografia

Martin's Physical Pharmacy and Pharmaceutical Sciences, Fifth Edition P. J. Sinko Editor, Lippincot Williams & Wilkins, Phildelpia, 2006

Metodi didattici

Il corso si articolerà in lezioni frontali nel corso delle quali verranno presentate e discussi i fondamenti della chimica dei polimeri, del loro natura in fase solida e del loro comportamento in soluzione.
Nella seconda parte del corso saranno applicati i concetti fondamentali presentati nella prima parete alla manipolazione di sostanze polimeriche, principalmente di origine naturale, per l’ottenimento di idrogeli e strutture tridimensionali applicabili nel campo della riparazione e sostituzione tissutale

Modalità verifica apprendimento

Prova orale consistente in domande volte a verificare le conoscenze e capacità di comprendere gli argomenti trattati e le competenze acquisite. Il risultato sarà valutato in trentesimi
• La valutazione complessiva anch’essa espressa in trentesimi, scaturirà dalla media dei voti ottenuti nei diversi moduli