BASI BIOLOGICHE DELLA RIGENERAZIONE E DELLA RIPARAZIONE

Crediti: 
10
Anno accademico di offerta: 
2016/2017
Semestre dell'insegnamento: 
Secondo Semestre
Lingua di insegnamento: 

Italiano

Obiettivi formativi

Lo scopo del corso è di fornire allo studente conoscenze sulle basi biologiche della riparazione e della rigenerazione dei tessuti. In particolare sarà approfondito il ruolo della coagulazione e della flogosi nella riparazione e saranno illustrate le caratteristiche delle cellule staminali e la loro potenzialità in medicina rigenerativa. Verrà posta particolare enfasi sulla caratterizzazione molecolare e sulla richieste nutrizionali delle cellule staminali. Verranno illustrati i meccanismi molecolari di differenziamento cellulare e sarà analizzata la capacità rigenerativa di tessuti ed organi.
Al termine del corso lo studente sarà in grado di:
- comprendere le informazioni contenute nella letteratura scientifica relativa alla medicina rigenerativa;
- di valutare criticamente la letteratura scientifica relativa alla medicina rigenerativa;
- comprendere la ricerca sviluppata nel campo della medicina rigenerativa;
- comunicare con proprietà di linguaggio le informazioni acquisite.
Al termine del corso lo studente avrà acquisito competenze che gli consentono di approfondire in modo autonomo lo studio della medicina rigenerativa. Lo studente avrà così acquisito conoscenze utili sia all’apprendimento di altri argomenti del corso di laurea che a sviluppare un proficua esperienza di internato.

Prerequisiti

Per la comprensione dei contenuti del Corso sono richieste adeguate conoscenze di Istologia, Anatomia, Embriologia.

Contenuti dell'insegnamento

 Il corso analizza le basi biologiche della guarigione delle lesioni con particolare enfasi sulla rigenerazione e sui meccanismi con cui può avvenire. I temi coperti includono le cellule staminali e le strategie utilizzabili per il loro differenziamento per fornire gli elementi essenziali per il loro studio sperimentale e clinico nell’ambito della Medicina Rigenerativa.

Programma esteso

Guarigione delle ferite: ruolo delle emostasi e dell’infiammazione. Citochine e cellule nella riparazione. Riparazione delle ferite cutanee. Riparazione delle fratture ossee.

La rigenerazione e le cellule staminali:
Esempi biologici di rigenerazione: la planaria, la salamandra, il MRL mouse.
Cellule staminali embrionali: markers per la caratterizzazione.
La riprogrammazione nucleare : modalità e caratteristiche.
Le cellule staminali mesenchimali: caratterizzazione , origine, tecniche di differenziamento. Cellule staminali dagli annessi fetali: cordone ombelicale, gelatina di Warton, liquido amniotico e placenta.

Le cellule staminali nell’adulto:
Profilo di espressione genica delle cellule mesenchimale e metodiche di caratterizzazione molecolare. Coltura ed espansione in vitro delle cellule mesenchimali. Caratteristiche funzionali delle cellule mesenchimali: homing e trafficking. Le cellule staminali nella rigenerazione epatica. Le cellule staminali nella rigenerazione endocrina. Le cellule staminali nella rigenerazione della cute. Le cellule staminali miocardiche e la rigenerazione miocardica. Le cellule staminali endoteliali e la rigenerazione e riparazione vascolare.

Bibliografia

Per ogni lezione sarà fornito il materiale iconografico relativo alla lezione stessa ed i riferimenti bibliografici di aggiornamento tratti da riviste scientifiche.

Metodi didattici

Lezioni frontali, seminari e tirocini

Modalità verifica apprendimento

L'esame è orale e mira a valutare, tramite domande aperte, la:
-qualità delle informazioni scientifiche acquisite;
-comprensione delle informazioni acquisite ;
- precisione e competenza nel linguaggio adottato durante l'esposizione;
Al termine dell’esame ogni docente formulerà un giudizio espresso in fasce:
A. Ottima conoscenza e comprensione dell’argomento. Elevata capacità di critica ed analisi dei temi. Voto in trentesimi: 30.
B. Buona conoscenza e comprensione dell’argomento con alcune imprecisioni non gravi. Buona capacità di critica ed analisi dei temi. Voto in trentesimi: 27-29.
C. Discreta conoscenza e comprensione dell’argomento pur con alcune lacune. Capacità di critica ed analisi dei temi: 24-26.
D. Conoscenza e comprensione dell’argomento pienamente sufficienti anche se sono presenti evidenti lacune. Voto in trentesimi: 21-23.
E. Conoscenza e comprensione dell’argomento appena sufficiente con evidenti e gravi lacune. Voto in trentesimi: 18-20.
La lode sarà proposta, per studenti che abbiano conseguito 30/30 nelle domande, per la dimostrazione di autonomia di giudizio, elevate capacità comunicative e capacità di apprendimento autonomo.