BASI MOLECOLARI DELLE MALATTIE E DELLE RISPOSTE DIFENSIVE

Crediti: 
7
Settore scientifico disciplinare: 
PATOLOGIA GENERALE (MED/04)
Anno accademico di offerta: 
2016/2017
Semestre dell'insegnamento: 
Primo Semestre
Lingua di insegnamento: 

italiano

Obiettivi formativi

L’obiettivo fondamentale del Corso è di fornire agli studenti l’acquisizione degli strumenti concettuali e scientifici per spiegare i meccanismi alla base delle malattie e della risposta degli organismi al danno biologico. La comprensione di questi argomenti, integrate con quelle degli altri insegnamenti di base, permetterà allo studente di applicare le conoscenze acquisite al fine di meglio comprendere insegnamenti più specifici elaborando idee progettuali nel campo biotecnologico.

Prerequisiti

E' consigliabile avere acquisito precedentemente buone basi di biologia molecolare

Contenuti dell'insegnamento

L'insegnamento si propone di fornire, a livello essenziale, le basi molecolari delle malattie e delle risposte difensive. Verranno descritte in dettaglio alcune delle malattie genetiche e metaboliche più frequenti nella specie umana e i metodi di diagnosi delle malattie genetiche e cromosomiche.

Programma esteso

Danno genetico e sistemi di riparazione. Le mutazioni: meccanismi e tipi. Modalità di trasmissione dei caratteri patologici. Malattie monogeniche. Malattie multifattoriali. Malattie ad ereditarietà non mendeliana. Aberrazioni cromosomiche.
Fisiopatologia della risposta al danno. La risposta infiammatoria acuta: eventi vascolari e cellulari. Formazione dell’essudato. Classificazione ed aspetti morfologici. Mediatori chimici dell’infiammazione. Le cellule dell’infiammazione acuta. Manifestazioni sistemiche della risposta infiammatoria. La risposta infiammatoria cronica. Le cellule dell’infiammazione cronica. I granulomi. La risposta emostatica ed i suoi meccanismi di controllo. Disordini dell’emostasi. Deficit della fase piastrinica e della fase plasmatica. Trombosi, embolia, infarto. Meccanismi di riparazione delle ferite. L’aterosclerosi
Patologia dell’omeostasi delle popolazioni cellulari – Oncologia. Meccanismi di controllo della proliferazione cellulare. Le basi molecolari del cancro. Proto-oncogeni ed oncogeni. Geni oncosoppressori e loro prodotti. Geni di sopravvivenza e geni di morte. Basi molecolari della multifasicità della cancerogenesi. Proprietà biologiche dei tumori benigni e maligni. Nomenclatura e classificazione. Il fenotipo neoplastico. Alterazioni proliferative. Cinetica della crescita. Alterazioni differenziative. Invasività e metastasi. La progressione neoplastica. Angiogenesi tumorale. Eziologia dei tumori. Cancerogenesi chimica: iniziazione e promozione. Cancerogenesi da agenti fisici.
Patologia integrata del metabolismo. Alterazioni del metabolismo lipidico. Steatosi. Ipercolesterolemia famigliare. Alterazioni del metabolismo glucidico. Il diabete mellito
La risposta immunitaria. Il complesso maggiore di istocompatibilità. Immunità innata: il complemento e la fagocitosi
Immunità specifica. Immunità cellulo-mediata. Riconoscimento dell’antigene e funzioni effettrici dei linfociti T. Immunità umorale. Le classi di immunoglobuline. Riconoscimento dell’antigene e funzioni effettrici delle immunoglubuline. La memoria del sistema immunitario

Bibliografia

Kumar, Abbas, Fausto, Aster. Robbins and Cotran Le basi patologiche delle malattie, 8° Edzione, Elsevier

Metodi didattici

Lezione orale - Si ulilizzano per le lezioni orali supporti audiovisivi che vengono messi a disposizione degli studenti

Modalità verifica apprendimento

La verifica dei risultati dell'apprendimento verrà fatta mediante esame orale, durante il quale allo studente verranno poste domande su almeno due argomenti diversi del programma d’esame. L’esame verrà considerato positivo solo se lo studente sarà in grado di rispondere ad entrambe le domande in modo soddisfacente, dimostrando conoscenze approfondite e capacità di comprensione adeguate. Il voto finale terrà conto della valutazione di due diversi docenti che compongono la Commissione d’esame, composta dal docente che ha tenuto il Corso (presidente) e da un cultore della materia.